RADIOMARTE

Ricerca libera

RISULTATI DELLA RICERCA

Notizie trovate: 1

Notizia Data pubblicazione Regioni Tipologia Settori
4097 04/10/2021 Tutte Leggi Lavori ed Opere, Progettazioni, Beni e Servizi, Settori Speciali

Titolo: Decreto infrastrutture: modifiche al Codice dei contratti

Sottotitolo: Il decreto legge 121 del 2021 apporta nuove modifiche al Decreto legislativo n. 50 del 2016

Commento:

Il decreto-legge 10 settembre 2021, n. 121 (pubblicato in G.U. 10 settembre 2021 n. 217) reca disposizioni urgenti in materia di investimenti e sicurezza delle infrastrutture, dei trasporti e della circolazione stradale, per la funzionalità del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, del Consiglio superiore dei lavori pubblici e dell'Agenzia nazionale per la sicurezza delle infrastrutture stradali e autostradali. Fra le altre disposizioni, l’art. 5 (oltre ad istituire presso il MIMS una struttura di missione denominata Centro per l'innovazione e la sostenibilità in materia di infrastrutture e mobilità, CISMI) prevede modifiche al Codice dei contratti pubblici. In particolare, il comma 6 modifica l’articolo 22, comma 2, del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, in materia di funzionamento della Commissione nazionale per il dibattito pubblico (composta, ai sensi dell’articolo 4 del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 76 del 2018 da n. 15 membri e da n. 3 esperti eventualmente nominati dal Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, su proposta della Commissione, che prendono parte ai lavori della Commissione senza diritto di voto). Con la norma in esame si provvede a modificare il comma 2 dell’articolo 22 del decreto legislativo n. 50 del 2016 al fine di riconoscere ai componenti della Commissione nazionale un rimborso delle spese effettivamente sostenute e documentate per le missioni effettuate nei limiti previsti per il personale del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, con oneri complessivi, per tutti i componenti della Commissione, non superiori a 18.000 euro per l'anno 2021 ed a 36.000 euro a decorrere dall’anno 2022. L’art. 5, comma 10 del decreto, invece, dispone che il regolamento sugli incentivi delle funzioni tecniche dei dipendenti delle amministrazioni aggiudicatrici si applica agli appalti le cui procedure di gara sono state avviate successivamente alla data di entrata in vigore del D.Lgs. 50/2016, anche se eseguiti prima dell’entrata in vigore del predetto regolamento. In tal modo si colma il vuoto normativo originato dalla circostanza che i regolamenti delle amministrazioni aggiudicatrici che disciplinano tali incentivi sono stati abrogati a seguito dell’entrata in vigore del nuovo Codice dei contratti pubblici del 2016.

Inserto leggi e regolamenti:
Informazione pubblicitaria: Appaltitalia - Un mese gratis presentando un'azienda amica

Appaltitalia quotidiano iscritto al registro della stampa del Tribunale di Napoli, N.39 del 01/04/2004
Direttore responsabile Dott. Diego La Grassa

Edito da Editanet S.r.l. P. IVA 06646021219
Sede Legale: Via Francesco Lauria - Centro Direzionale Isola F/11 interno 86 - 80143 Napoli
Sede Operativa: CDN Napoli Isola F11 - 80143 Napoli
Tel.: +39 0810208600 / +39 08118658035 - Fax: +39 0810112814
editanetsrl@pec.sinapsis-srl.net
ISSN online: 2531-6095