RADIOMARTE

Ricerca libera

RISULTATI DELLA RICERCA

Notizie trovate: 1

Notizia Data pubblicazione Regioni Tipologia Settori
4104 13/10/2021 Tutte Sentenze Lavori ed Opere, Progettazioni, Beni e Servizi

Titolo: Offerta relativa a materiale diverso da quello indicato dalla lex specialis

Sottotitolo: Non sempre comporta esclusione dalla gara

Commento:

La sola e semplice diversità del materiale offerto rispetto a quello indicato dalla legge di gara non può costituire motivo di esclusione dell’offerta, soprattutto se tale conseguenza non era prevista dalla legge di gara. Lo ha affermato il Consiglio di Stato, sez. V, con la sentenza 27 settembre 2021 n. 6483 richiamando un proprio analogo orientamento (si veda Consiglio di Stato, Sez. V, 2 agosto 2019, n. 5505). I giudici hanno ricordato che il principio di equivalenza si “fonda su principi generali che informano la disciplina dei pubblici affidamenti ed in forza dei quali la commissione di gara ben può “valutare equivalenti talune caratteristiche tecniche dei prodotti offerti (rispetto alle specifiche prescrizioni contenute nella lex specialis) anche in forma implicita, ove dalla documentazione tecnica sia desumibile la rispondenza del prodotto al requisito previsto ex specialis” (cfr. Cons. Stato, III, n. 2103/2018; n. 747/2018)” (Cons. Stato, Sez. III, 18 settembre 2019, n. 6212) e permea l’intera disciplina dell’evidenza pubblica, ispirandosi “…al criterio della conformità sostanziale delle soluzioni tecniche offerte” (Cons. Stato III, 2 marzo 2018, n. 1316), indipendentemente da espressi richiami negli atti di gara o da parte dei concorrenti, al fine di ampliare la platea dei partecipanti alle gare pubbliche. Nel caso di specie (l’affidamento in concessione del servizio di ristorazione scolastica e pasti caldi a domicilio), la stazione appaltante aveva aggiudicato la gara ad una offerta che prevedeva contenitori per la veicolazione dei pasti non conformi alle specifiche tecniche essenziali in base al capitolato (in quanto in polipropilene “espanso” anziché “in polipropilene non espanso o in materiale similare non espanso”, come richiesto dal Capitolato speciale d’appalto). Poiché finalità del servizio di refezione è quella di garantire idonei standard qualitativi e di mantenimento della temperatura degli alimenti, e poiché le caratteristiche dei contenitori nel complesso consentivano il raggiungimento degli scopi indicati dalla legge di gara, i giudici hanno ritenuto legittimo l’operato della stazione appaltante.

Inserto leggi e regolamenti:
Informazione pubblicitaria: Appaltitalia - Un mese gratis presentando un'azienda amica

Appaltitalia quotidiano iscritto al registro della stampa del Tribunale di Napoli, N.39 del 01/04/2004
Direttore responsabile Dott. Diego La Grassa

Edito da Editanet S.r.l. P. IVA 06646021219
Sede Legale: Via Francesco Lauria - Centro Direzionale Isola F/11 interno 86 - 80143 Napoli
Sede Operativa: CDN Napoli Isola F11 - 80143 Napoli
Tel.: +39 0810208600 / +39 08118658035 - Fax: +39 0810112814
editanetsrl@pec.sinapsis-srl.net
ISSN online: 2531-6095