RADIOMARTE

Ricerca libera

RISULTATI DELLA RICERCA

Notizie trovate: 1

Notizia Data pubblicazione Regioni Tipologia Settori
4135 26/11/2021 Tutte Pareri Lavori ed Opere, Progettazioni, Beni e Servizi, Settori Speciali

Titolo: Affidamenti diretti per appalti sotto soglia: le stazioni appaltanti devono sempre rispettare il divieto di frazionamento e il principio di rotazione

Sottotitolo: Non è possibile derogare ripetutamente al principio di rotazione per giustificare reiterati affidamenti allo stesso operatore economico

Commento:

Anche nel caso di affidamenti diretti per appalti pubblici sotto soglia, le stazioni appaltanti sono sempre tenute al rispetto del divieto di frazionamento e del principio di rotazione. Lo ricorda l’ANAC con la Delibera numero 666 del 28 settembre 2021). Nel caso di specie, un Comune aveva ripetutamente affidato una serie di lavori e servizi “sotto soglia” sempre agli stessi operatori economici. L’ANAC ha innanzi tutto ribadito che la scelta del metodo per il calcolo del valore stimato di un appalto non può essere compiuta con l’intenzione di eludere l’applicazione delle disposizioni del Codice dei contratti relative alle soglie europee. Il valore dell’appalto, inoltre, deve essere quantificato al momento dell’invio dell’avviso di indizione della gara o del bando di gara o, nei casi in cui ciò non è previsto, al momento in cui l’amministrazione aggiudicatrice o l’ente aggiudicatore avvia la procedura di affidamento del contratto. La stessa ANAC ha sottolineato che nelle Linee Guida n. 4 (par. 2.1) recanti “procedure per l’affidamento dei contratti pubblici di importo inferiore alle soglie di rilevanza comunitaria, indagini di mercato e formazione e gestione degli elenchi di operatori economici” - aggiornate con Delib. ANAC 10/07/2019, n. 636 - è stato ribadito che al fine di evitare un artificioso frazionamento dell’appalto, volto a eludere la disciplina comunitaria, le stazioni appaltanti devono prestare attenzione alla corretta definizione del proprio fabbisogno in relazione all’oggetto degli appalti, specialmente nei casi di ripetizione dell’affidamento nel tempo. L’ANAC ha inoltre ricordato che in caso di affidamenti sotto soglia di importo inferiore a 40.000 Euro, le stazioni appaltanti possono procedere mediante affidamento diretto, anche senza previa consultazione di due o più operatori. Tuttavia, nel caso di affidamento diretto privo di confronto competitivo, il principio di rotazione di cui all’art. 36 del D.Lgs. 50/2016, comma 1, viene in rilievo come “rotazione degli affidamenti” nel senso che la stazione appaltante è tenuta a ruotare gli operatori economici cui affidare direttamente il contratto.

Inserto leggi e regolamenti:
Informazione pubblicitaria: Appaltitalia - Un mese gratis presentando un'azienda amica

Appaltitalia quotidiano iscritto al registro della stampa del Tribunale di Napoli, N.39 del 01/04/2004
Direttore responsabile Dott. Diego La Grassa

Edito da Editanet S.r.l. P. IVA 06646021219
Sede Legale: Via Francesco Lauria - Centro Direzionale Isola F/11 interno 86 - 80143 Napoli
Sede Operativa: CDN Napoli Isola F11 - 80143 Napoli
Tel.: +39 0810208600 / +39 08118658035 - Fax: +39 0810112814
editanetsrl@pec.sinapsis-srl.net
ISSN online: 2531-6095