SAIE
EDILSOCIAL

Ricerca libera

RISULTATI DELLA RICERCA

Notizie trovate: 1

Notizia Data pubblicazione Regioni Tipologia Settori
4310 05/08/2022 Tutte Pareri Lavori ed Opere, Progettazioni, Beni e Servizi, Settori Speciali

Titolo: Contratti di concessione: il piano economico-finanziario (PEF) deve essere accurato

Sottotitolo: L’amministrazione concedente deve individuare correttamente il potenziale bacino di utenza, per quantificare la domanda di servizi e stimare i possibili rendimenti di gestione

Commento:

In caso di contratti di concessione, l’amministrazione concedente deve individuare correttamente il potenziale bacino di utenza, al fine di quantificare la domanda di servizi e stimare i possibili rendimenti della gestione. Lo ha ribadito l’ANAC (Delibera 21 giugno 2022, n. 293) in occasione di un parere di precontenzioso relativo ad una gara a procedura aperta per l'affidamento in concessione della gestione di impianti sportivi. In proposito, l'ANAC ha rilevato che caratteristica fondamentale dei contratti di concessione è il trasferimento al concessionario del rischio operativo (ai sensi dell’art. 165, comma 1, del Codice dei contratti) e che l'equilibrio economico finanziario rappresenta il presupposto per la corretta allocazione dei rischi al concessionario e la loro sostenibilità. Il piano economico-finanziario (PEF) costituisce il documento nel quale sono rappresentati i presupposti e le condizioni per l’equilibrio economico-finanziario degli investimenti e della gestione: nella sua stesura, l’amministrazione concedente deve individuare correttamente il potenziale bacino di utenza, al fine di quantificare la domanda di servizi e stimare i possibili rendimenti della gestione e a tal fine va considerato necessariamente il dato storico del fatturato del gestore uscente, unitamente a informazioni diverse e ulteriori che rientrano nella sfera di controllo dell’amministrazione; dal lato dei costi, l’amministrazione è tenuta a specificare tutti gli oneri economici che concorrono a definire il rischio che l’operatore economico è chiamato ad assumere. Infine, gli atti a base di gara devono identificare con esattezza le prestazioni poste a carico del concessionario e quantificarne l’onere economico. Nel caso di specie, l'ANAC ha ritenuto che il comune aveva sovrastimato i potenziali ricavi della concessione e omesso di contabilizzare alcuni costi di gestione di servizi e lavori di adeguamento e messa a norma di impianti e strutture; di conseguenza, il PEF predisposto dall'amministrazione non era idoneo a consentire agli operatori economici interessati di elaborare offerte attendibili.

Inserto leggi e regolamenti:
Informazione pubblicitaria: Appaltitalia - INSERISCI QUI LA TUA PUBBLICITA'

Appaltitalia quotidiano iscritto al registro della stampa del Tribunale di Napoli, N.39 del 01/04/2004
Direttore responsabile Dott. Diego La Grassa

Edito da Editanet S.r.l. P. IVA 06646021219
Sede Legale: Via Francesco Lauria - Centro Direzionale Isola F/11 interno 86 - 80143 Napoli
Sede Operativa: CDN Napoli Isola F11 - 80143 Napoli
Tel.: +39 0810208600 / +39 08118658035 - Fax: +39 0810112814
editanetsrl@pec.sinapsis-srl.net
ISSN online: 2531-6095