Ricerca libera

RISULTATI DELLA RICERCA

Notizie trovate: 1

Notizia Data pubblicazione Regioni Tipologia Settori
4387 24/11/2022 Tutte Sentenze Lavori ed Opere, Progettazioni

Titolo: Riduzione del numero dei candidati, in una procedura ristretta sopra soglia suddivisa in lotti

Sottotitolo: La scelta di ricorrere al sorteggio per selezionare i candidati deve essere motivata

Commento:

In caso di lavori complessi, la stazione appaltante può limitare il numero di candidati qualificati a non meno di 5 ma deve indicare nel bandi o nell'invito a confermare interesse i criteri, oggettivi e non discriminatori, che intende applicare per conseguire tale risultato. In tale contesto, come chiarito dall’ANAC con Delibera n. 348 del 05/04/2018, la scelta di ricorrere al sorteggio pubblico quale strumento di selezione dei candidati, se sorretta da adeguata motivazione, risulta coerente con tale tipologia di procedura. Lo ricorda il Mims con il Parere n. 1499 del 13 settembre 2022 in risposta ad un quesito posto da una stazione appaltante che chiedeva chiarimenti sulla possibilità, nel corso di una procedura ristretta sopra soglia suddivisa in lotti, di effettuare un singolo sorteggio riferito a ciascun lotto. La stessa amministrazione chiedeva se fosse possibile indicare che, seppur sia consentita all’operatore economico la partecipazione a più lotti ed al loro relativo sorteggio, ne potrà comunque risultare aggiudicatario al massimo di uno, corrispondente al primo di una graduatoria di preferenze da esso indicata in fase di candidatura. Il Ministero ha ricordato che nelle procedure ristrette sopra soglia comunitaria, le Stazioni Appaltanti (SA), quando lo richieda la difficoltà o la complessità dell'opera, della fornitura o del servizio (secondo la definizione di “lavori complessi”, fornita dall’art. 3, comma 1, lett. oo) del Codice), possono limitare il numero di candidati qualificati che soddisfano i criteri di selezione e che possono essere invitati a presentare un'offerta, a negoziare o a partecipare al dialogo, purché ne sia assicurato il numero minimo che non può essere inferiore a 5 purché (comma 2 dell’art. 91) le SA indichino ex ante nel bando di gara o nell'invito a confermare interesse i criteri oggettivi e non discriminatori, secondo il principio di proporzionalità, delle modalità che intendono applicare per conseguire tale risultato, specificando il numero minimo dei candidati che intendono invitare e, ove lo ritengano opportuno per motivate esigenze di buon andamento, il numero massimo. Solo al ricorrere di tutte le condizioni di cui sopra e previa adeguata motivazione, la SA potrà procedere alla limitazione dei candidati invitati a presentare un’offerta e utilizzare lo strumento del sorteggio pubblico laddove pervengano un numero di offerte superiore al numero massimo indicato Ad analoga conclusione può addivenirsi anche nell’ipotesi di gara suddivisa in lotti, posto che, secondo il consolidato orientamento della giurisprudenza amministrativa, tale gara non costituisce un’unica procedura, ma tante procedure autonome e distinte quanti sono i singoli lotti, con la conseguenza per cui la SA potrà procedere ad autonomo sorteggio per ogni singolo lotto.

Inserto leggi e regolamenti:
Informazione pubblicitaria: Appaltitalia - Un mese gratis presentando un'azienda amica

Appaltitalia quotidiano iscritto al registro della stampa del Tribunale di Napoli, N.39 del 01/04/2004
Direttore responsabile Dott. Diego La Grassa

Edito da Editanet S.r.l. P. IVA 06646021219
Sede Legale: Via Francesco Lauria - Centro Direzionale Isola F/11 interno 86 - 80143 Napoli
Sede Operativa: CDN Napoli Isola F11 - 80143 Napoli
Tel.: +39 0810208600 / +39 08118658035 - Fax: +39 0810112814
editanetsrl@pec.sinapsis-srl.net
ISSN online: 2531-6095